Home Altre categorieEscursioni in montagna Escursione invernale in Val di Fassa. La Val Duron in motoslitta

Escursione invernale in Val di Fassa. La Val Duron in motoslitta

by Ilaria

A cavallo tra il 2019 e il 2020, siamo stati per bene due volte in Val Duron durante la stagione invernale.
Sognate una valle incantata, senza auto, con poca ressa, moltissima neve fresca, e un rifugio super accogliente con ottima cucina? Allora siete nel posto giusto!

È il luogo ideale per gli amanti della neve, delle ciaspolate, delle lunghe passeggiate
In inverno è possibile raggiungere la Val Duron in motoslitta oppure a piedi (con scarponi o ciaspole).

🌟 ATTENZIONE!!

Per la stagione invernale 2021/2022, IL Rifugio Micheluzzi resterà chiuso. Per il servizio di trasporto invernale in Val Duron contattare la Baita Lino Brach al n. +39 335 432449

Ecco la nostra esperienza.

🟩 Percorso facile
🕑 15 minuti in motoslitta. A piedi o con le ciaspole (dipende dalla condizioni della neve) circa 2,5 ore
👣 3,5 km totali al Micheluzzi poi la a piacere nella val Duron
🏚 Rifugi sul percorso: Baita Fraines, rifugio Micheluzzi (chiuso inverno 2021), Baita Lino Brach
👶🏼 Adatto ai bambini. Passeggino da trekking ma se c’è neve è difficoltoso.

La Val Duron in Val di Fassa, inverno

Val Duron in motoslitta: DA DOVE SI PARTE

La Val Duron in Val di Fassa, escursione in motoslitta

Per raggiungere la Val Duron si parte da Campitello di Fassa. Sia che vogliate andare a piedi, sia che preferiate la motoslitta, potete andare in auto fino alla fine della Streda De Salin nei pressi del parcheggio a bordo strada. Cercate su Google Maps “parcheggio per rifugio Micheluzzi”.

Noi abbiamo optato per la motoslitta in salita e lo slittino in discesa. Abbiamo noleggiato degli slittini molto comodi e con i freni (con i bambini sono consigliabili per via della discesa abbastanza ripida in alcuni punti) presso Marvin Ski, poco prima del parcheggio.
Per prenotare la motoslitta basta contattare il rifugio Micheluzzi e accordarsi su orario e numero di persone.

🌟 ATTENZIONE!!

Per la stagione invernale 2021/2022, IL Rifugio Micheluzzi resterà chiuso. Per il servizio di trasporto invernale in Val Duron contattare la Baita Lino Brach al n. +39 335 432449

Val Duron in motoslitta: IL PERCORSO

Se preferite andare a piedi leggete questo articolo.

In motoslitta in circa 15 minuti sarete a destinazione per iniziare la passeggiata a partire dal rifugio Micheluzzi.

Da qui è possibile proseguire lungo la lunga valle accanto alla Baita da Lino Brach, per continuare a camminare al cospetto del Gruppo del Catinaccio che si staglia a sud e del Sassopiatto verso nord. Raggiunta la fine della valle, il sentiero sale nuovamente ripido con ampi tornanti in direzione del Passo Duron/Rifugio Alpe di Tires, con i Denti di Terrarossa ben in vista all’orizzonte.

Noi abbiamo fatto un bel pezzo a piedi ma non siamo arrivato fino alla fine della valle. Ci aspettavano per pranzo al rifugio e la fame si è fatta presto sentire.

Val Duron in motoslitta: dove mangiare

Ci sono due rifugi in Val Duron, il Rifugio Micheluzzi e la Baita Lino Brach.

Siamo stati alla Baita Lino Brach in estate, anni fa prima che fosse rinnovata completamente e ci siamo tornati nel 2021 (leggi qui la nostra esperienza). Recentemente, purtroppo, lo storico proprietario, Giorgio Dantone è venuto a mancare e ora la gestione è in mano alla moglie Marina.

Conosciamo invece molto bene il ristorante del rifugio Micheluzzi. Ci siamo stati molte volte sia in estate sia in inverno e non ci ha mai deluso. Anzi devo dire che negli anni lo Chef Davide Bernard, ha saputo inventare nuovi e interessanti piatti.

ATTENZIONE: questo inverno (2021/2022) il Rifugio Micheluzzi resterà chiuso.

L’ambiente interno è stato piacevolmente rinnovato. L’ultima volta che ci siamo stati (marzo 2020) anche se era inverno e c’era ancora moltissima neve, abbiamo mangiato fuori scaldati da un tiepido sole. Una meraviglia!

🌟 CONSIGLIO:

Partite presto per godervi appieno la giornata! In inverno il sole cala presto e qui nella valle, verso dicembre/gennaio, alle 13 è già quasi tutta in ombra.

Val Duron in inverno: la discesa

Dopo pranzo ci siamo goduti un po’ di sole ma, non appena arrivata l’ombra abbiamo deciso di rientrare.
Ci aspettava una spettacolare discesa in bob fino a valle. La strada è abbastanza larga e quasi mai troppo ripida. Solo verso la fine si incontra un tratto dove bisogna prestare un po’ di attenzione.

Le nostre bimbe hanno fatto in autonomia quasi tutto il percorso a parte, appunto, questo ultimo tratto finale.

Una giornata favolosa con finale super divertente, ci torneremo di certo!

TI È PIACIUTO QUESTO RACCONTO DI VIAGGIO? HAI DOMANDE?

Lasciarmi un commento qui sotto oppure contattami sul mio profilo Instagram o sulla mia pagina Facebook. Sarò felice di risponderti al più presto!

Se questo articolo ti è stato utile, o pensi che possa interessare a qualcuno, condividilo utilizzando i pulsanti qui sotto! Grazie

Scopri la Val Duron in estate.

Scopri altre escursioni sulla neve.

Scopri altri trekking con bambini in Val di Fassa.

Lascia un commento

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.

* Utilizzando questo modulo, accetti l'archiviazione e la gestione dei dati da parte di questo sito Web.

Potrebbe piacerti anche...