2 settimane in Sicilia on the road: cosa visitare in 15 giorni con bambini

Per quanto: 14 giorni + 4 di viaggio in auto
Quando: Agosto
Distanza: 4420 km (con tutte le deviazioni)
Con chi: 4 amici, 👩‍❤️‍👨 Ilaria (io), Luca (detto Bina il mio moroso), 👫 Lele e Sofia + 3 bambini, Mia (8 anni), Bianca (4 anni), Viola (3 anni)
Come: con le nostre auto
Dove abbiamo dormito: in appartamenti prenotati su booking e alcuni alberghi durante il viaggio verso e dalla Sicilia

E ora mettiti comodo che c’è parecchio da leggere 😉 🗒. Lascia un commento alla fine se ti è piaciuto!

15 giorni in Sicilia, con bambini, cosa vedere

Estate 2020, tempo di Covid, andriamo 15 giorni in Sicilia! Un viaggio on the road di due settimane, un giro ad anello con i nostri bambini al seguito.

Abbiamo scelto di andare in auto per non avere vincoli di bagaglio e sopratutto per non dover prenotare quasi nulla (a parte i soggiorni) prima della partenza, visto l’incertezza del periodo.

Abbiamo riservato i soggiorni su www.booking.com, tutte prenotazioni cancellabili fino a pochi giorni prima della partenza.
Un itinerario di due settimane (al netto del viaggio di andata e ritorno da Bologna) passando da Messina verso Trapani e le sue saline, Erice, Riserva dello Zingaro, San Vito lo Capo, Castellammare del Golfo, Marsala e le sue saline, Cantine Florio, Mazara del Vallo, spiaggia di Macari, Agrigento e la Valle dei Templi, Scala dei Turchi, Vendicari, Pachino, Noto, Riserva del Plemmirio, Ortigia, Isola delle Correnti, Modica, Ibla Ragusa, Taormina.

Itinerario di 15 giorni in Sicilia. on the road di due settimane
Itinerario di due settimane in sicilia

GIORNO 124 luglio 2020

2 settimane in Sicilia: Bologna – Veroli

Prima tappa del nostro viaggio verso la Sicilia è Veroli, cittadina medievale ricca di storia e monumenti di grande rilevanza artistica, oltre al luogo in cui ebbe origine il nostro compagno di viaggio nonché triatleta neolaureato recordman mondiale.
E, se ci troviamo qui, non è un caso ma è grazie alla grande ospitalità della famiglia di Emanuele.
Questa è una sosta tecnica ma non perdiamo comunque l’occasione per una breve visita alla Basilica di Santa Sàlome al cui interno sono conservate le reliquie di Sàlome, patrona della città. All’interno la singolare Scala Santa composta di 12 gradini di marmo edificata tra il 1715 e il 1740. 

L’incantevole centro storico gioiello della Ciociaria, merita sicuramente una visita più approfondita, “purtroppo” però, ci aspetta una grigliata di arrosticini 🤤, quindi dopo un aperitivo a base di vino e affettati locali, torniamo verso la casa dei nostri ospitali amici.

Dopo cena a letto presto, domani altra tappa di spostamento verso la Calabria!

GIORNO 225 luglio 2020

15 giorni in Sicilia: Veroli – Curinga

(524 km – 5 ore)

Oggi ci aspettano oltre 500km di viaggio, prima in A1 e poi sulla famigerata Salerno-Reggio Calabria.
Il viaggio non parte nel migliore dei modi; e tante curve per tornare all’autostrada mietono le prime vittime tra le nostre piccole. Dopo un paio di soste vomitino raggiungiamo l’autostrada, percorriamo appena una ventina di chilometri e ci ritroviamo fermi a causa di un incidente. 40 minuti, di ritardo e sono già le 12.

Pausa panino portato da casa e via a destinazione. Fortunatamente il resto del viaggio prosegue senza intoppi e alle 16 siamo all’Hotel Gullo di Curinga (prenotato su booking 130 euro per la quadrupla con colazione e cena). Scelta azzeccatissima. Dopo tanta strada un tuffo in piscina è quello che ci vuole! Le bambine sono felicissime.

L’hotel è un 4 stelle, il personale è gentilissimo e sempre disponibile a soddisfare ogni nostra richiesta, camera spaziosa, pulizia impeccabile. Il viaggio ci ha un po’ provato, non abbiamo voglia di andare in giro e dopo il bagno ceniamo nel ristorante. Tutto buono.

A letto presto che anche domani ci si alza presto, Sicilia arriviamo!!

GIORNO 326 luglio 2020

2 settimane in Sicilia: Curinga – Fulgatore

(427 km – 5,12 min)

Il Gullo Hotel, non delude neanche per la colazione, disponibile dalle 7, varia e abbondante. Alle 7,40 siamo in macchina direzione Villa San Giovanni. Purtroppo anche oggi ci tocca qualche sosta vomitino 😞.
La Salerno/Reggio-Calabria, che ricordavo come una strada terribile, in realtà non è neanche male, ma non è certo dritta. In un modo o nell’altro arriviamo all’imbarco e grazie al Telepass in un attimo siamo sul traghetto verso Messina. La parte di città che vediamo una volta sbarcati è davvero bruttina e in pessime condizioni.
Proseguiamo sulla E90 verso Palermo, la strada è panoramicissima e non c’è praticamente nessuno.

Arriviamo a Monreale verso le 12:30, lasciamo l’auto al parcheggio custodito e ci dirigiamo in centro per mangiare qualcosa. Fa caldo ma neanche troppo, c’è aria e zero umidità. Alle 14:30, alla riapertura visitiamo il Duomo di Monreale costruitodal 1166 al 1189. Mio zio Piero mi aveva detto che era una cosa imperdibile ma non immaginavo niente del genere.

Un tripudio di mosaici bizantini meravigliosi, architettura che mischia stile islamico bizantino e romanico. Stupenda veramente!
Peccato che la domenica il Chiostro dei Benedettini non sia visitabile.

Ancora un’ora di viaggio e siamo finalmente a destinazione nei dintorni di Trapani!! Domani mare!!!

Per i prossimi giorni soggiorneremo al Baglio Nuovo Country Village a Fulgatore, in mezzo alla campagna, in posizione abbastanza strategica. Piscina, aria condizionata, mini cucina con lo stretto necessario per preparare pasti veloci, proprietari squisiti e disponibilissimi a soddisfare ogni nostra richiesta.

GIORNO 4 – 27 luglio 2020

15 giorni in Sicilia: Fulgatore – Spiaggia di San Giuliano

Promessa mantenuta, oggi andremo la mare, e che mare!!
La spiaggia di San Giuliano è la spiaggia dei Trapanesi, ampia, dorata e dal mare cristallino. Arriviamo verso le 9 con i nostri ombrelloni e prepariamo l’accampamento. Si sta moto bene, arietta e caldo al punto giusto. Anche l’acqua ha la temperatura perfetta. Passiamo la mattinata tra bagni, castelli, sole e pranzo al sacco.

Abbiamo letto che a Erice è sempre freschino e quindi decidiamo di andarci appena finito di mangiare.
In effetti si passa dai 31 gradi del litorale a 27 gradi della cittadina.
Erice è veramente una chicca, una piccolo agglomerato normanno di epoca medievale. 
Noi abbiamo visitato le rovine del castello di Venere edificato su un antico tempio fenicio romano. All’interno, diverse tavole, spiegano le origini, funzioni e curiosità sul castello.
Da qui si gode di un panorama incredibile sulla costa e la città di Trapani.
Ci sarebbero altri monumenti da visitare ma preferiamo gironzolare per le viuzze e recuperare le (poche) calorie perse alla storica pasticceria Maria Impastato. Cannoli, cassate, e altri dolci tipici siciliani, un tripudio di bontà e per finire un bicchierino di passito di zibibbo.

Tornati a valle ci fermiamo alla tonnara di Bonagia per un piccolo sopralluogo in vista di una possibile futura escursione.

Facciamo spesa per i prossimi giorni e torniamo al residence per un veloce bagno in piscina e la cena.

GIORNO 528 luglio 2020

15 giorni in Sicilia: Fulgatore – Castellammare del Golfo – Riserva dello Zingaro – San Vito lo Capo

Per oggi abbiamo in programma una gita in barca. Partenza da Castellammare del Golfo, destinazione Scopello, Riserva dello Zingaro, San Vito lo Capo e rientro.

Partiamo in orario alle 10 dal porto di Castellammare con la motonave della Penelope Tour (25 euro per gli adulti e 16 i bambini sopra i 3 anni). Il capitano della nave che fa anche da guida, è molto preparato e simpatico. Facciamo diverse soste nelle varie calette e grotte. L’acqua è meravigliosa. In una delle cale della riserva dello Zingaro ci fermiamo per il bagno. Meraviglioso, siamo circondati di pesci.

A San Vito lo Capo scendiamo per il pranzo che ognuno gestisce come meglio crede. Noi ci siamo preparati orzo e verdure il giorno prima e ci fermiamo in una pineta per il picnic. Si sta benissimo.
Purtroppo l’acqua oggi a san Vito non è granché a causa elle correnti sfavorevoli, quindi facciamo il bagno nel porticciolo, che comunque tanto male non è. Ripartiamo verso le 15,30, altra sosta bagno e rientriamo.
Giornata super!

GIORNO 629 luglio 2020

2 settimane in Sicilia: Fulgatore – mercato del pesce di Trapani – Bonagia – saline di Trapani 

Stamattina i ragazzi si sono alzati all’alba per andare a comprare il pesce fresco al Mercato di Trapani. Già che c’erano hanno pensato bene di fare tappa a Dattilo per prendere qualche cannoloJumbo, super!! 

15 giorni in Sicilia, con bambini, cosa vedere

Verso le 9 siamo nelle calette di Bonagia, davvero bellissime. Questo è il paradiso dello snorkling! 🐟🐠🦑
Oltre ai pesci troviamo purtroppo anche qualche piccola fastidiosa medusa 🐙.

Dopo aver fatto un po’ di spesa di prodotti da, Il signore delle tonnare torniamo al nostro residence, oggi è più caldo degli altri giorni, 37 gradi, fortuna che abbiamo una bellissima piscina a disposizione.
Intanto che facciamo il bagno con le bimbe gli uomini grigliano il pesce, non male come giornata!!

Finito di mangiare io e la mia amicona andiamo a prendere qualche regalino per le bimbe che si stanno comportando davvero molto bene e poi facciamo una visita alle saline di Trapani. Belle!

Rientriamo, bagno, cena e nanna.
Anche oggi giornata piena!!

GIORNO 730 luglio 2020

2 settimane in Sicilia: Fulgatore – Favignana – Fulgatore

Alle 6:30 suona la sveglia. Alle 8:30 abbiamo l’aliscafo per Favignana dal porto di Trapani.
In mezz’ora siamo sull’isola, prendiamo le bici elettriche (tutti tranne Lele iron man che prende quella normale 🤣) al noleggio Brezza Marina (15 euro la giornata).

15 giorni in Sicilia, con bambini, cosa vedere
Sull’aliscafo per Favignana

Prima tappa Cala Rossa, la discesa alla cala è fattibile anche se non facilissima, l’accesso al mare difficoltoso. Una volta in acqua però la fatica è ripagata. Acqua cristallina e tantissimi pesci.
Ci spostiamo poi verso cala Azzurra bellissima ma troppo affilata. 
Ci fermiamo per un bagno a Grotta Perciata , uno specchio d’acqua meraviglioso dove si possono fate tuffi e immersioni. 
Ora le bimbe reclamano la sabbia così ci spostiamo a lido Burrone.
Qui prendiamo un ombrellone e due lettini (18 euro) e pranziamo con arancini e poi gelato.
Il sole picchia davvero. Fortuna abbiamo le magliette in lycra, occhiali e cappellini per bimbe. Fondamentali!

Dopo numerosi bagni e passate le ore più calde proseguiamo il giro in bici. Per arrivare ai faraglioni bisogna attraversare una buia galleria; preferiamo evitare. Torniamo al paese di Favignana dove restituiamo le bici e mangiamo qualcosa in piazza.
Oggi giornata pienissima!!! Rientriamo a cada esausti.

GIORNO 831 luglio 2020

2 settimane in Sicilia: Fulgatore – riserva dello Stagnone (Marsala)

Dopo la giornata impegnativa di ieri, oggi abbiamo programmato una mattinata in piscina. E meno male visto che Bianca è caduta dalle letto nel sonno e si è ferita il labbro superiore 😔.
Pranziamo a casa con i prodotti acquistati alla tonnara. Menù di oggi: sgombro su pesto di zucchine e mandorle, crostone di pane con buttata e alici, spaghetti alle vongole. 😋

Oggi la temperatura arriva a 40 gradi. Impossibile stare fuori dopo pranzo. Bianca si addormenta grazie al condizionatore e verso le 15 io Sofi e Mia andiamo verso Marsala per visitare le Saline. Sono enormi e molto belle.

Presso Mammacaura c’è un bellissimo mulino visitabile (8 euro) ci sono anche barchette che vanno verso l’isola di Mozia. Il tour in barca delle saline costa 15 euro ma dura 1,5 ore ma noi abbiamo appuntamento con gli altri per l’aperitivo al Mammacaura. Le saline sono visitabili anche a piedi all’incomprensibile ed esorbitante cifra di 16 euro 😲, infatti nessuno ci va… bah!
Ci spostiamo con l’auto in vari punti panoramici e verso le 19,15 torniamo al Mammacaura. Appena in tempo per trovare un tavolo libero.

Meraviglioso il tramonto da qui!

Cena veloce a casa e tutti a nanna.

GIORNO 91 agosto 2020

2 settimane in Sicilia: Fulgatore – cantine Florio – Mazara del ValloFulgatore

Sveglia con calma, stamattina ci prepariamo per la visita alle storiche, Cantine Florio guidati dalla preparatissima, Anna Maria. La nostra sapiente guida ci accompagnerà in un interessante viaggio tra storia e gusto.
La visita si conclude con una degustazione sull’elegante terrazza vista mare. Il Marsala prodotto qui è davvero ottimo, una scoperta e ne acquistiamo qualche bottiglia prima di ripartire.

Fa un caldo assurdo andiamo verso il mare, a Lido Torrazza località Petrosino. Noleggiamo ombrelloni e lettini al bar, Alta Marea dove è possibile trovare gelati, bibite fresche e ottimi panini. Se cercate il lusso non farà per voi ma se volete mare cristallino e disponibilità siete nel posto giusto.

Per cena ci spostiamo a Mazara del Vallo dove ceniamo alla, trattoria da Giacomo, anche qui niente lusso ma buon cibo non costoso. Per rientrare ci affidiamo a Google Maps (come al solito) che ci fa fare una strada assurda completamente dissestata, buia e piena di curve la SP8, da evitare di notte.

GIORNO 102 agosto 2020

2 settimane in Sicilia: Fulgatore – MacariFulgatore

Ed eccola arrivata la giornata no. In ogni vacanza che si rispetti arriva sempre il giorno in cui il caldo, le coincidenze astrali, un po’ di stanchezza e non so che altro cavolo, si mettono in mezzo per rendere una bella giornata, una giornata da dimenticare.

Ci mettiamo in viaggio verso Macari non molto presto, sono le 9:30 e ci sono già 32 gradi.
Arrivati sul posto la spiaggia è fitta fitta di gente. Si parcheggia in alto e si cammina per circa 300 metri sotto il sole, poi, per trovare un po’ di posto per il nostro accampamento da 7 dobbiamo spostarci in fondo alla spiaggia tutto sulla destra. Il posto è indubbiamente molto bello, l’acqua è un po’ intorbidita dalle alghe ma comunque bella, basta nuotare un pochino più al largo. Ottimo lo snorkling, tanti pesci e bel fondale.
Prima di arrivare abbiamo preso arancini e calzoni al fornitissimo bar pasticceria di Dattilo, Eurobar.
Mangiamo sotto i nostri ombrelloni ma non si sta bene, fa troppo caldo. Basta, torniamo verso i nostri appartamenti per rinfrescarci in piscina.

Dobbiamo anche  preparare i bagagli perché domani ci sposteremo verso Agrigento.

GIORNO 113 agosto 2020

2 settimane in Sicilia: Fulgatore – riserva naturale capo San Marco – Agrigento – Valle dei Templi

Lasciamo il nostro appartamento alle 8:40 direzione Agrigento. Lungo la strada cerchiamo un posto carino per un bagno.

Andiamo verso Porto Palo ma non ci piace. Proseguiamo lungo la costa e arriviamo alla riserva naturale capo San Marco. L’accesso alle calette è impervio quindi andiamo avanti lungo la strada fino a una deliziosa spiaggetta. Qui pochissima gente, solo seconde case. Dopo un bagno, schivando alcune meduse ci spostiamo in cerca di un posto adeguato per mangiare il nostro farro con verdure preparato il giorno prima.

Troviamo un market che offre tavoli ai clienti. Posizione e perfetta e ventilata.
Andiamo verso porto Empedocle per cercare una barca per il giorno seguente ma è previsto mare grosso quindi niente.
Raggiungiamo il nostro appartamento nella zona vecchia di Agrigento (Duomo Rent Room and Flat), ci rinfreschiamo e prepariamo per la Valle dei Templi.
Abbiamo acquistato i biglietti online ma c’è comunque la fila dovuta ai controlli anti Covid.
Sono le 19 il caldo sta mollando la presa, c’è aria e un’atmosfera stupenda.

Partiamo dall’ingresso in alto e vistiamo tutti i templi fino in fondo alla valle. Nel frattempo il sole tramonta e sorge una luna piena stupenda. Semplicemente meraviglioso!

GIORNO 124 agosto 2020

2 settimane in Sicilia: Agrigento – Scala dei Turchi – Caltanissetta – Noto

Ci alziamo presto per andare a vedere la Scala dei Turchi, una parete rocciosa a picco sul mare di colore bianco puro costituita da marna, una roccia argillosa e calcarea.
Purtroppo qualche tempo fa ha subito dei crolli per cui ora è possibile solo osservarla dalla spiaggia adiacente e non attraversarla per andare alla spiaggia retrostante. Poco importa è comunque uno spettacolo, l’acqua qui è bellissima, facciamo un bagno, qualche foto e ripartiamo.

Il gruppo si decide oggi; io ho un fastidioso problema si salute per cui preferisco prendere la strada più veloce per Noto dove ci aspetta il nostro Residence. Sulla strada facciamo tappa a Caltanissetta per pranzo. Ci fermiamo al, Ristorante Centro Storico. Ad accoglierci la proprietaria moglie dello chef in cucina. La signora, gentilissima, ci spiega tutto il menù con grandissima passione e dedizione. Scegliamo un piatto di crudo marinato, un fritto e spaghetti alla chitarra con calamaretti, bistecca palermitana per le bimbe. Tutto ottimo di grande qualità!
Super consigliato. Peccato solo che on sto bene e non mi godo il pranzo fino in fondo.

Ripartiamo, ancora due ore di macchina… Arriviamo alla, Valle degli Dei Agriresort verso le 16:00, il termometro segna 38,5 gradi. Il posto è meraviglioso ma lo esplorerò meglio nei prossimi giorni, ora meglio fare un passaggio al pronto soccorso di Noto 😖. Per fortuna non c’è nessuno e in meno di un’ora sono fuori. Speriamo di stare meglio domani!! 🤞

GIORNO 135 agosto 2020 – parte 1

2 settimane in Sicilia: Noto – Spiaggia di San Lorenzo – Porto Palo di Capo Passero

La giornata inizia bene! Intanto sto meglio 💟 e non è poco e poi è molto più fresco, limpido, un’altra vita!
Partiamo con calma direzione spiaggia di San Lorenzo e approdiamo in un bellissimo bagno, @lidoAguaBeach, con ombrelloni giganti in paglia super distanziati, bar, ristorante, e spiagge e mare stupendi. Restiamo giusto per un bagno e un drink e ci dirigiamo verso il nostro pranzo.

Dopo la giornatina di ieri decidiamo di trattarci bene e andiamo al Baiamuri, in direzione Pachino. Il ristorante e stabilimento balneare sul mare di @gigitropea. Qui troviamo acqua cristallina e un ambiante molto rilassante e glamour. Prendiamo tartare di gamberi rossi, misto di crudo di mare, caponata e pasta al sugo per le bambine.
I prezzi non sono bassi ma la qualità delle materie prime c’è tutta e il gusto anche (la mia faccia soddisfatta parla chiaro 🤩 vero?).
Dopo un bel bagno dal molo che propende verso il mare, torniamo in auto verso Porta Palo di Capo Passero… (segue…)